16 Dicembre 2012

img 5141pf

Medea

Tratto da Medea di Christa Wolf


Produzione: MDA Produzioni Danza- Mistras-Roma

Di e con: Elisabetta Pozzi e Daniele D'Angelo

Musiche originali: Daniele D'Angelo


E’ uno spettacolo in forma di concerto. E' un adattamento di uno splendido romanzo di Christa Wolf che fa raccontare la storia di Medea a tutti i protagonisti, ognuno dal proprio punto di vista.

La Wolf, studiando questo grande mito, scoprì che il testo di Euripide, il quale ha consegnato alla storia un personaggio femminile indimenticabile per la lucida spietatezza con cui uccide i propri figli per vendicarsi del marito Giasone, era in precedenza raccontato in tutt'altra maniera.

E prova a riportare alla luce la storia originale che vede Medea come una donna di origine barbara che nel momento in cui arriva nella "civile" Corinto, subisce tutte le dolorose ingiustizie che può subire chi non viene integrato.

La Wolf si interroga su di un fatto ricorrente nella storia dell'uomo e cioè la tendenza, soprattutto nei momenti di crisi, di cercare un capro espiatorio, di caricare di segni negativi una certa figura- spesso femminile- che si chiami Cassandra o Medea o “Strega” destinata al rogo.

La storia è raccontata da 5 voci diverse con una struttura a sguardi incrociati che alterna l'ottica dei personaggi.

Lo spettacolo è totalmente costruito su di un tessuto musicale eseguito dal vivo da Daniele D'Angelo.

Elisabetta Pozzi


RASSEGNA STAMPA

Gazzetta del Sud
Calabria Ora

img_5128-2pf img_5141pf img_5169pf img_5199-2pf

Sei qui: Home Archivio Stagioni Stagione 2012/13 "TeatRhegion" Medea